Blog

Non è primavera senza il FAI! by Marta Pinosa

  22 Mar, 2019

Sole, fiori, giornate più lunghe e prati più verdi: marzo è il mese della primavera!

E cosa c’è di meglio se non poter ammirare queste belle giornate in luoghi non conosciuti e chiusi al pubblico?

No non si tratta di una caccia al tesoro ma di una delle meravigliose iniziative proposte dal FAI.

Breve e concisa premessa su queste tre lettere: si trattadel Fondo Ambiente Italiano, una fondazione senza scopo di lucro nata nel 1975con il fine di tutelare il patrimonio storico, artistico e paesaggisticoitaliano. In coerenza con i propri valori e la propria mission la fondazione ha dato vita alle “Giornate di Primavera del FAI”: si tratta sostanzialmente di due giornate, che coincidono tipicamente con l’inizio della primavera, durante le quali in tutta Italia vengono resi accessibili oltre 12 000 luoghi spessoinaccessibili ed eccezionalmente visitabili in più di 500 città di tutta Italia.

Obiettivo di tale iniziativa, che prende luogo da 26 anni, è quello di far scoprire luoghi speciali per consentire ai visitatori di potersi immergere completamente nella storia del luogo e del paesaggio: in questo modo non solo si preserva il patrimonio artistico ma anche la memoria culturale. Altro importante obiettivo è quello di essere un grande momento di raccolta fondi utili per raggiungere gli obiettivi della fondazione stessa.

Quest’anno l’iniziativa si svolgerà sabato 23 marzo e domenica 24 marzo.

Presso ogni bene sarà possibile visitare il luogo accompagnati da un narratore che racconterà la sua storia e le sue bellezze, saranno inoltre presenti desk informativi dove sarà possibile anche iscriversi al FAI secondo le quote previste.

Non rimane che visitare il sito e scegliere il proprio luogo del cuore, la propria avventura, la propria passione.

Fonte: www.fondoambiente.it